Home > Itinerari > Magliano in Toscana

Magliano in Toscana

Magliano in Toscana, comune della provincia di Grosseto con i sui 3 678 abitanti  circa, dista 28 km dal capoluogo.

Il territorio di Magliano in Toscana è ricco di numerosi insediamenti etruschi, comprende anche le caratteristiche località di Pereta e Montiano di origini medievali e il Monastero di San Bruzio.

Monastero San Bruzio Magliano in Toscana

Molto caratteristico risulta il centro storico, circondato da una pregevole cinta muraria edificata tra il tardo Medioevo e il periodo rinascimentale.

Cosa vedere a Magliano in Toscana:

la Chiesa della S.S. Annunziata, fuori dalle mura cittadine, edificata nel XVII sulla base di resti di un piccolo oratorio intitolato alla Madonna del Latte;

la Chiesa di San Giorgio, di antica fondazione ma rivista in epoca barocca, che presenta al suo interno numerose opere di artisti locali;

la Chiesa di San Giovanni Battista, edificio romanico con pianta basilicale monoabsidata, che si trova in località Pereta e che ha subito numerosi restauri che ne hanno alterato in parte l’aspetto originario;

la Chiesa di Santa Maria del Cavalluzo, di antica fondazione, con all’interno tracce di affreschi di varie epoche;

il Palazzo di Checco Il Bello, costruito dalla famiglia dei Monaldeschi, secondo gli schemi in uso nella Siena del XIV secolo;

la Cinta Muraria di Montiano, dalla particolare pianta a forma ovoidale, costruita fra il 1478 e il 1481;

il Monastero di San Bruzio, di epoca incerta, che si presenta oggi nella sua veste romanica, tra le più belle di tutta la Toscana;

la Torre dell’Orologio, alta 29 metri, innalzata nel corso del XV secolo;

la Necropoli Etrusca e il Museo Etrusco, dove sono conservate le numerose testimonianze lasciate nel territorio di Magliano in Toscana dagli antichi Etruschi.

Magliano in Toscana in Maremma

CURIOSITA’
Nelle vicinanze dell’Oratorio della Santissima Annunziata si trova l’”Olivo della Strega“: olivo millenario che secondo una leggenda, veniva utilizzato per riti di stregoneria.

Foto: Giulio Mario Detti e Obiettivo Sovana © – Tutti i diritti riservati 



Booking.com

Articoli simili